Presbiopia

presbiopiaLa PRESBIOPIA non è un’ametropia ma è un difetto fisiologico: viene a tutti dopo i 42 – 45 anni circa! Il meccanismo di messa a fuoco dato dal cristallino, con l’età invecchia e diviene meno efficiente soprattutto nella visione ravvicinata ma anche in quella a distanza se c’è un eventuale ipermetropia non corretta. Il problema può essere risolto con l’ausilio di semplici occhiali che, in alcuni casi, possono diventare sofisticati quando si ricorre a lenti bifocali progressive. Ultimamente anche le lenti a contatto forniscono un buon ausilio per ovviare al problema.

MANIFESTAZIONE
Si manifesta attorno ai 42 anni. In una prima fase il soggetto riesce a porvi rimedio allontanando ciò che sta leggendo ma con il passare del tempo un ausilio – come può essere l’occhiale – si rende necessario per la messa a fuoco. Casi particolari possono essere rappresentati dal miope che presenterà molto più tardi questi sintomi rispetto all’emmetrope e ancora più rispetto all’ipermetrope.

COMPENSAZIONE
Può avvenire attraverso vari modi:
- uso di lenti oftalmiche monofocali – il classico occhiale per vicino;
- lenti bifocali o trifocali – permettono una visione per lontano e per vicino negli spazi appositi (lunette, circolette, unghie…);
- lenti progressive – permettono una visione nitida a tutte le distanze senza salti d’immagine.