Miopia

miopiaCHE COS’E’
L’occhio miope è un occhio allungato in cui le immagini di oggetti posti all’infinito, non si formano perfettamente sulla retina – come per l’occhio emmetrope – ma vengono proiettati prima di essa. La visione degli oggetti risulta così annebbiata.

MANIFESTAZIONI
Il soggetto miope ha difficoltà nella messa a fuoco degli oggetti lontani mentre ha una buona visione per quelli vicini. Tendenzialmente il soggetto miope tenderà a “strizzare gli occhi” guardando lontano in modo da focalizzare meglio le immagini.

MIOPIA CONGENITA O ACQUISITA?
Entrambi i tipi di miopia possono capitare:
- quella congenita è legata tendenzialmente a fattori ereditari ed è presente dalla nascita, si sviluppa precocemente nell’età scolare.
- acquisita ovvero può subentrare anche dopo lo sviluppo a causa di: fattori fisiologici, ambientali, posturali o da una prolungata applicazione a distanza ravvicinata.

EVOLUZIONE E COMPENSAZIONE
L’evoluzione della miopia segue principalmente l’età dello sviluppo ma si può protrarre anche oltre ad essa. La cosiddetta “progressione miopica” è il termine usato dagli optometristi per indicare l’evoluzione del vizio refrattivo durante l’adolescienza. La sua compensazione avviene attraverso lenti oftalmiche sferiche negative oppure lenti a contatto morbide, rigide o gas permeabili. Ultimamente anche chirurgia refrattiva.